Amarcord GENOA-MILAN

Giampy o non Giampy, questo è il dilemma. Dopo le prime sei partite è già tempo di bilanci in attesa di un Genoa-Milan che, seppure prematuro per sentenziare il nostro futuro, pare proprio l’ultima chiamata per il nostro mister. La partita non sarebbe nemmeno fra le più “rognose”, coi rossoblu che non stanno vivendo un momento brillante. Il vero problema però siamo noi, ormai ceneri di un glorioso diavolo che attende invano di “risorgere” come una fenice. Non mi riferisco ai risultati, ovviamente. Ci stanno le sconfitte, il ridimensionamento degli obiettivi, sesto posto, quinto posto; ci sta tutto. Quel che sosta ancora in gola, incapace di essere inghiottito e digerito, il vero boccone amaro, è che dopo tre anni “zero” consecutivi la realtà sembra volercene regalare un quarto, in un loop che tende all’infinito.

Genoa-Milan è sfida strana. Due società che hanno fatto la storia del calcio (prima), due tifoserie che si sono scambiate baci e abbracci per poi prendersi a scazzottate (poi) e “dolce” in fondo due dirigenze che si sono divertite a scambiarsi mezzi giocatori.
Negli ultimi anni, in campo, è successo di tutto. Tre sconfitte consecutive tra il 2014 e il 2017, anche se gli ultimi due confronti sono andati ai rossoneri. Due anni fa fu André Silva a decidere il match con uno stacco imperioso al quarto minuto di recupero (una delle sue rare perle in rossonero) su splendido assist di Suso (un ex). Lo scorso inverno, lanciandosi in una serie positiva che ci avrebbe portati all’illusione del terzo posto, i diavoli s’imposero con i gol di Borini e Suso in un match giocato insolitamente di pomeriggio feriale.


Incontrando proprio oggi un amico, amante delle scommesse sportive, gli ho domandato quante speranze gli “statistici” della Snai diano al Milan contro il Genoa. Mi ha risposto che la quota è buona (quindi poche chances) ma lui ci crede. Spero davvero che abbia ragione o non sarà solo mister Giampaolo a non arrivare alla festa di Halloween, ché le mie coronarie non reggeranno a lungo tutta questa pressione alta.
Forza Milan e prepariamo l’alcol; meglio se tanto.

Precedenti recenti:
1983-84 Genoa – Milan 2-0 Onofri, Briaschi rig.
1989-90 Genoa – Milan 1-1 Aguilera (G), Rijkaard (M)
1990-91 Genoa – Milan 1-1 Massaro (M), Aguilera (G) rig.
1991-92 Genoa – Milan 0-0
1992-93 Genoa – Milan 2-2 Caricola (G), Simone (M), Papin (M), Fortunato (G)
1993-94 Genoa – Milan 0-0
1994-95 Genoa – Milan 1-1 Skuhravy (G), Panucci (M)
2007-08 Genoa – Milan 0-3 Ambrosini, Kakà, Kakà rig.
2008-09 Genoa – Milan 2-0 Sculli, Milito rig.
2009-10 Genoa – Milan 1-0 Sculli
2010-11 Genoa – Milan 1-1 Pato (M), Floro Flores (G)
2011-12 Genoa – Milan 0-2 Ibrahimovic (M) rig., Nocerino (M)
2012-13 Genoa – Milan 0-2 Pazzini, Balotelli
2013-14 Genoa – Milan 1-2 Taarabt (M), Honda (M), aut. Abbiati (M)
2014-15 Genoa – Milan 1-0 Antonelli
2015-16 Genoa – Milan 1-0 Džemaili
2016-17 Genoa – Milan 3-0 Ninkovic (G), aut. Kucka (M), Pavoletti (G)
2017-18 Genoa – Milan 0-1 André Silva
2018-19 Genoa – Milan 0-2 Borini, Suso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *