Tutti a casa

Sembrava tutto troppo bello.. Pre Derby: gruppo unito, squadra in terza posizione, 5 vittorie di fila, Paquetà e Piatek autentici trascinatori, Gattuso in miglioramento, difesa solida, portiere saracinesca, Bakayoko una diga a centrocampo, entusiasmo alle stelle dei tifosi.. Post Derby: sconfitte con Juve, Samp, Lazio in Coppa Italia, Inter, Torino, pareggi con Udinese e Parma, squadra allo sbando, Gattuso incapace, difesa colabrodo, i giocatori dimenticano persino di fare benzina. Dopo un paio di mesi il mondo Milan si è completamente ribaltato, lasciando spazio ad uno schifo e vergogna totali. La pagliacciata di Bakayoko dopo Milan Lazio, la sceneggiata di Biglia e Kessiè, il ritardo di Bakayoko all’allenamento, il ritiro punitivo, le conferenze stampa di Gattuso simil annuncio funebre lasciano lo spazio alla politica anziché al campo. Non che il campo dia risposte migliore.. Una squadra molle, demotivata preda e succube degli avversari, senza energia, senza voglia di reagire, senza attributi. Vestite tutti la maglia del Milan, Vergogna! Di questo gruppo ne salverei davvero pochi ( Calabria, Piatek, Paquetà, forse Donnarumma e Romagnoli e poi ??), e ne manderei via parecchi. Un processo di rifondazione deve però partire dall’allenatore, occorre investire su un Mister sul quale si possa costruire qualcosa per i prossimi anni, basta scommesse o allenatori di basso medio profilo. Se non si prende un allenatore che possa dare un buon valore aggiunto, allora ogni altro discorso non ha senso. Posso capire che i mancati introiti della Champions facciano diminuire le possibilità di arrivare a dei top players, ma se si vuole impostare un progetto serio, allora bisogna andare a cercare un trascinatore e stratega della panchina, uno che possa insegnare a giocare a calcio. La nostra dirigenza è da Top Team, bene anche l’allenatore lo deve essere. Al Milan negli ultimi giorni sono stati attribuiti i seguenti allenatori: Conte, Sarri, Di Francesco, Giampaolo, Pochettino, Jardim, Gasperini… tutti questi sarebbero un upgrade rispetto a Gattuso, ma solo 2-3 sarebbero in grado di poter dare un buon valore aggiunto. Lunedì sera chiunque scenderà in campo dovrà cercare di tirare fuori una briciola di orgoglio, se mai fosse restato qualcosa. Damiano Caprioli Foto: ACMilan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *