Dentro o Fuori

1 punto nelle ultime 4 partite, questo quanto ottenuto dai nostri ragazzi dopo le sfide contro Inter, Juventus, Sampdoria ed Udinese.

L’attenuante può essere data dal valore degli avversari, ma analizzando bene come sono arrivati questi risultati, ci si accorge che c’è ben poco da essere ottimisti. Un’ Inter reduce da sconfitte e pessime prestazioni è stata rivitalizzata da uno schifoso Milan, La Samp ha segnato nei primi 33 secondi e poi ha controllato senza timori, l’Udinese ha segnato in contropiede da nostro calcio d’angolo ed una Juve decimata ci ha raggiunti e poi superati nonostante il nostro vantaggio iniziale.

Certo ci mancano almeno tre rigori (2 contro la Juve ed uno contro la Samp), però avremmo dovuto e potuto fare molto di più.

Sabato sera attendiamo la Lazio, e sarà una sfida molto delicata e da dentro o fuori. Una sconfitta, o forse anche un pareggio, metterebbero la parola fine alle nostre ambizioni. Il nostro cammino è piuttosto complicato ( ci aspettano delle trasferte tremende a Tornino e Firenze) e non possiamo perdere punti lungo il cammino.

L’attenzione in questi giorni purtroppo non è solo concentrata sull’ambito agonistico, ma purtroppo per l’ennesima volta stiamo leggendo notizie poco edificanti su una possibile nuova battaglia legale con l’UEFA, ennesimo regalo della gestione cinese. La dirigenza si mostra tranquilla e serena, ma purtroppo tutto questo potrebbe limitare molto la nostra azione di mercato la prossima estate. La squadra deve essere assolutamente rinforzata, ma tutto questo accanimento non aiuta. La questione stadio per il momento è stata messa da parte, ma ritornerà prepotentemente molto presto.

Il Milan Sabato si presenterà privo di Paquetà e quasi sicuramente di Donnarumma, presentando una formazione con due soli dubbi: centrale difensivo e fascia destra. In ballottaggio ci saranno Musacchio e Caldara al centro e Calabria e Conti a destra.

gli altri 9 saranno Reina in porta, Rodríguez e Romagnoli in difesa, Bakayoko, Calhanoglu e Kessiè a centrocampo, Piatek, Suso e Borini in attacco. In panchina pronti a subentrare Castillejio e Cutrone.

foto: ACmilan

Damiano Caprioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *