Amarcord UDINESE-MILAN

A caccia della terza vittoria consecutiva, il Milan approda a Udine, nello stadio dove esordì Paolo Maldini.

 

Bene, possiamo dirlo, ci siamo anche noi. Non dichiariamolo troppo forte però.
I due test contro le genovesi sono stati superati non senza immani fatiche e ingenti danni alla rosa. Contro l’Udinese mancheranno Biglia, Calabria e Caldara mentre i disponibili a “mezzo servizio” saranno Conti, Kessié, Calhanoglu e Bonaventura. Il Friuli peraltro non è certo uno stadio “amico” e la classifica dei bianconeri (disastrosa) sembra avere un che di “bugiardo”. Il fatto che da qualche anno Di Natale abbia appeso gli scarpini al chiodo è senza dubbio una fortuna per noi visto che abbiamo il brutto vizio di subire gol dai “nonni” (vedi Quagliarella e Pellissier) e che ogni forza della natura e congiunzione astrale cospirava per farlo segnare contro il Milan; flipperate, svirgolate, respinte del portiere e del palo venivano risucchiate dal piede di Totò che era sempre nel dannato posto “giusto” al dannatissimo “momento giusto”.
Tuttavia sembra esserci del buono in questo Milan che ha ritrovato la voglia e la capacità di vincere e l’ha tirata fuori proprio nei due momenti più complicati della stagione contro blucerchiati e rossoblù genovesi.
A Udine non si “passeggia” dal 2007, quando vincemmo in scioltezza per 3 a 0. Da allora litri e litri di sudore hanno caratterizzato le vittorie (soltanto tre in undici confronti) e numerosi rimpianti li abbiamo lasciati sui punti persi.
Due esempi lampanti sono gli ultimi confronti. Nel gennaio 2017 il Milan passa in vantaggio con una bellissima rete di Jack Bonaventura. Nemmeno il tempo di pensare a quanto sia importante questo ragazzo per il nostro gioco offensivo che s’infortuna per il resto della stagione. I rossoneri, apparentemente in controllo, pagano la “Bakayokata” di turno del giovane Locatelli che perde un pallone davanti all’area e dà il via all’azione del pareggio di Théréau. Ormai in depressione, il diavolo si limita a tentativi sporadici finché anche l’arbitro non decide di dire la sua non estraendo il rosso per de Paul che interviene sulla caviglia di De Sciglio come un maglio abbattitore sulla parete di un edificio. De Sciglio esce con una caviglia disfatta e proprio in quei due minuti necessari al cambio, col Milan in dieci, lo stesso de Paul ne approfitta e segna in diagonale: 2 a 1 davvero ingiusto.
L’anno scorso fu una leggerezza di Calabria (trattenuta a un avversario e secondo giallo a metà del secondo tempo) a spostare l’inerzia della partita verso i friulani che rimontarono con un rocambolesco autogol di Bonucci il gol capolavoro di Suso che aveva sradicato pali e traverse con un autentico bolide di sinistro da venticinque metri.
Sarebbe ingiusto però non ricordare le vittorie più epiche come la “manita” del 1999 quando grazie alle incornate di Bierhoff e Weah il Milan si catapultò a ridosso della Lazio capolista (rimontando sei punti in due partite). Oppure quella splendida vittoria al novantesimo con una bellissima azione preparata da Pato, resa “magica” dal tacco smarcante di Kakà e finalizzata da Gilardino. Senza dimenticare che quando avevamo in prima linea il numero 7 più grande di sempre (Sheva), in questo stadio le soddisfazioni arrivavano a grappoli.
Volete sapere però qual è il più grande dei “regali” ricevuti a Udine? Facile. Lì, proprio su quel prato ha iniziato a sventolare la bandiera più vincente della storia del Milan: un certo Paolo Maldini.
Non resta che prepararci ad affrontare i bianconeri (prima l’Udinese poi la Juve) e che il Pipita ce la mandi buona!

Precedenti recenti:

1983-84 Udinese – Milan 1-2 aut.Cattaneo (U), Battistini (M), Virdis (U)
1984-85 Udinese – Milan 1-1 Selvaggi (U), Hateley (M)
1985-86 Udinese – Milan 0-0
1986-87 Udinese – Milan 0-0
1989-90 Udinese – Milan 0-2 Van Basten, Van Basten
1992-93 Udinese – Milan 0-0
1993-94 Udinese – Milan 0-0
1995-96 Udinese – Milan 0-2 Maldini, Boban
1998-97 Udinese – Milan 1-1 Bierhoff (U), Maldini (M)
1997-98 Udinese – Milan 2-1 Kluivert (M), Bierhoff (U), Bierhoff (U)
1998-99 Udinese – Milan 1-5 Boban (M) rig., Boban (M), Bierhoff (M), Amoroso (U), Bierhoff (M), Weah (M)
1999-00 Udinese – Milan 1-2 Boban (M), Shevchenko (M), Muzzi (U)
2000-01 Udinese – Milan 0-1 Shevchenko
2001-02 Udinese – Milan 1-2 Shevchenko (M), Inzaghi (M), Muzzi (U) rig.
2002-03 Udinese – Milan 1-0 Pizarro rig.
2003-04 Udinese – Milan 0-0
2004-05 Udinese – Milan 1-1 Di Michele (U), Serginho (M)
2005-06 Udinese – Milan 0-4 Shevchenko, Gilardino, Shevchenko, Seedorf
2006-07 Udinese – Milan 0-3 Kakà rig., Gilardino, Oliveira
2007-08 Udinese – Milan 0-1 Gilardino
2008-09 Udinese – Milan 2-1 D’Agostino (U) rig., Zapata (U), Ambrosini (M)
2009-10 Udinese – Milan 1-0 Di Natale
2010-11 Udinese – Milan 0-0
2011-12 Udinese – Milan 1-2 Di Natale (U), Maxi Lopez (M), El Shaarawy (M)
2012-13 Udinese – Milan 2-1 Ranegie (U), El Shaarawy (M), Di Natale (U) rig.
2013-14 Udinese – Milan 1-0 Di Natale
2014-15 Udinese – Milan 2-1 Pinzi (U), Badu (U), Pazzini (M)
2015-16 Udinese – Milan 2-3 Balotelli (M), Bonaventura (M), C.Zapata (M), Badu (U), D.Zapata (U)
2016-17 Udinese – Milan 2-1 Bonaventura (M), Théréau (U), de Paul (U)
2017-18 Udinese – Milan 1-1 Suso (M), autorete Bonucci (M)

Enrico Bonifazi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *