Che ce l’hai un euro?

Oggi a differenza del solito orario, ho voluto pubblicare il mio articolo un po’ dopo.

Volevo vedere se il buon Presidente Li avesse fatto in tempo a restituire ad Elliott i 32 milioni di euro. Ad ora sembra di no, però ovviamente non sono cose che vengono pubblicizzate a tutta la stampa.

Me lo immagino il buon Mr Li a cercare i soldi un po’ ovunque.. Nei cassetti della scrivania, nel barattolo porta biscotti, nel porta monete ecc. Oppure di fronte alla Forbidden City con un bel cappellino da baseball a chiedere qualche euro per un povero diavolo..
Oggi poi l’intervista di Mirabelli e qualche giorno fa quella di Fassone mi hanno portato indietro di un paio di anni.. Le parole suonano di Gallianesca memoria..

“Mercato a saldo zero”
“se non cediamo non compriamo”
“meglio restare così piuttosto di prendere giocatori non forti”
“saremo più forti dello scorso anno”
“tutto è fatto di accordo con l’allenatore”
“resta chi crede nel progetto”
“ le vicende societarie non le conosciamo “ ecce cc.

Per non parlare poi dei primi acquisti: pa ra me tri zero.. pa ra me tri zero. Fantastico.

Abbiamo preso tre buoni parametri zero che se fossero uniti a tre-quattro acquisti mirati con calciatori pagati, tutto sommato non sarebbero malissimo per aumentare la qualità della panchina, ma visti così, alla luce di quanto sta accadendo, è tutto mortificante…

Uno schifo. Nell’Aprile del 2017, all’arrivo della nuova dirigenza, io ero uno di quelli che si era esaltato tantissimo, avevo ascoltato le parole di Fassone come fossero un’oasi dopo km di deserto, eppure, dopo solo un anno, sto perdendo tutto l’entusiasmo che avevo ritrovato.
Che schifo. Tutto sembra tornare indietro, il Milan che fa un mercato da squadretta senza soldi, le solite frasi di circostanza della dirigenza, la prospettiva di una stagione anonima, la paura che le altre si stiano rinforzando troppo..

Valerio Fiori che ritorna come allenatori dei portieri al posto del fenomeno Magni..
I miei articoli somigliano sempre di più a quelli che scrivevo tempo fa…

Che desolazione.
Damiano Caprioli
Foto; acmilan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *