Amarcord ATALANTA-MILAN

Gli ultimi 180 minuti saranno proprio contro le dirette avversarie per l’Europa. Si parte da Bergamo dove il Milan spesso è rimasto scottato.

Nessuno lo avrebbe desiderato né (all’inizio del campionato) “previsto” ma anche quest’anno  la nostra stagione si deciderà contro l’Atalanta. La partita non è per niente semplice e non tanto per le quattro sconfitte negli ultimi dieci scontri a Bergamo ma perché i nerazzurri giocano un ottimo calcio  e lo hanno dimostrato anche a livello europeo. Da non sottovalutare nemmeno il “doposbornia” con i quattro “cefali” che ci portiamo a casa da Roma e il conseguente morale sotto i garretti. In pratica il cosmo intero, dalla morte di Astori e il conseguente spostamento del derby nel nostro momento migliore (anche se è chiaro quanto fosse doveroso rinviare il match), ha cospirato per spingerci sempre più a fondo nella palude della mediocrità e ora serve una reazione da vero Milan per risalire a galla. Assurdo che tali considerazioni vengano da me, sostenitore di una squadra che contro le dirette avversarie è avanti in classifica, ma il vantaggio pare effimero e “conoscere” i propri polli non sempre conduce all’ottimismo.

Ma facciamoci del male e cerchiamo tutti di ricordare dove e accanto a chi eravamo quando Andrea Pirlo all’ultima azione della partita (campionato 2004-2005) ribadì in rete un pallone vagante in area consentendo al Milan di restare incollato alla Juventus. Credo di essere rimasto per tre giorni senza voce.

Mettiamolo questo dito nella piaga nel far riaffiorare lo stupendo stop a seguire del più grande “scartavetratore” di difese degli ultimi dieci anni, Ibrahimovic, che con il suo petto di granito addomestica un bel lancio di Van Bommel e si fionda verso il fondo del campo lasciandosi alle spalle l’arrancante Manfredini. Con il suo destro (carezza e frusta) deposita una sfera giusta giusta sulla corsa di Prince Boateng  (soltanto accanto allo svedesone aveva parvenza di calciatore) che con un piattone preciso e potente lascia di ghiaccio l’estremo difensore atalantino. Bellissimi (e  lontanissimi) tempi in cui si lottava per il ruolo di squadra più forte d’Italia e d’Europa e non per decidere unicamente il livello di imbarazzo.

Lo scorso anno a Bergamo ottenemmo la qualificazione ai preliminari grazie a un (meritato) gol di Deulofeu a tre minuti dallo scadere. Fu la rete del pareggio dopo che l’Atalanta si era portata in vantaggio con Conti. Già, Conti e Deulofeu… chissà se averli avuti con noi entrambi ci avrebbe portato qualche soddisfazione in più (scelte di mercato e sfortuna a parte). Del resto l’Inter, con pochi punti più di noi (ai quali il Benevento ne ha sottratti ben 5) si trova a lottare per il grande obiettivo della Champions e la sensazione è che davvero sarebbe bastato poco.

Le chiacchiere e i ricordi stanno sempre a zero comunque. Tutto ciò è solo rabbia e nostalgia. La realtà ci costringe a mandar giù l’ennesimo boccone amarissimo dopo la debacle in Coppa Italia ma i nostri colori gloriosi impongono una reazione immediata e non resta che aspettare (oltre alla fine di questa straziante e lunga stagione) il verdetto del campo sapendo che niente, comunque, intaccherà il nostro amore.

Forza Vecchio Cuore Rossonero.

 

Precedenti recenti:
1984-85 Atalanta – Milan 1-0 Magrin
1985-86 Atalanta – Milan 1-1 Virdis (M) rig., Simonini (A)
1986-87 Atalanta – Milan 1-2 Virdis (M), Magrin (A) rig., Virdis (M)
1988-89 Atalanta – Milan 1-2 Nicolini (A), Evani (M), Rijkaard (M)
1989-90 Atalanta – Milan 0-1 Ancelotti
1990-91 Atalanta – Milan 0-2 Van Basten, Massaro
1991-92 Atalanta – Milan 0-2 Van Basten rig., Albertini
1992-93 Atalanta – Milan 1-1 Papin (M), Ganz (A)
1993-94 Atalanta – Milan 0-1 Massaro
1995-96 Atalanta – Milan 0-1 Weah
1996-97 Atalanta – Milan 0-2 Weah, Eranio
1997-98 Atalanta – Milan 1-2 aut.Lucarelli (A), Sgrò (A), Kluivert (M)
2000-01 Atalanta – Milan 1-1 aut.Lorenzi (A), Ganz A)
2001-02 Atalanta – Milan 1-1 Sala (A), Shevchenko (M)
2002-03 Atalanta – Milan 1-4 Rivaldo (M), Sala (A), Tomasson (A), Pirlo (M) rig., Pirlo (M)
2004-05 Atalanta – Milan 1-2 Ambrosini (M), Makinwa (A), Pirlo (M)
2006-07 Atalanta – Milan 2-0 Ventola, Soncin
2007-08 Atalanta – Milan 2-1 Gattuso (M), Langella (A), Tissone (A)
2008-09 Atalanta – Milan 0-1 Kakà
2009-10 Atalanta – Milan 1-1 Tiribocchi (A), Ronaldinho (M)
2011-12 Atalanta – Milan 0-2 Ibrahimovic rig., Boateng
2012-13 Atalanta – Milan 0-1 El Shaarawy
2013-14 Atalanta – Milan 2-1 aut. Bellini (A), Denis (A) rig., Brienza (A)
2014-15 Atalanta – Milan 1-3 Baselli (A), Pazzini (M) rig., Bonaventura (M), Bonaventura (M)
2015-16 Atalanta – Milan 2-1 Luiz Adriano (M) rig., Pinilla (A), Gomez (A)
2016-17 Atalanta – Milan 1-1 Conti (A), Deulofeu (M)

 

Enrico Bonifazi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *