Amarcord BOLOGNA-MILAN

Dopo il tonfo col Benevento il Milan riparte da Bologna, in un campo dove lo scorso anno dimostrò di avere grande carattere.

Ci sono storie che meritano di essere raccontate partendo dalla fine. Una di queste è Bologna-Milan, sfida che io ho sempre vissuto un po’ come un “derby” di riserva, essendo cresciuto a Imola circondato da numerosi (grandi) amici di fede rossoblu. Per iniziare dalla fine intendo da un Milan ridotto in nove uomini (febbraio 2017) causa doppie ingenuità di Paletta e Kucka costate loro il cartellino rosso. Un Milan che di carattere ne aveva da vendere e soprattutto poteva affidarsi a un attaccante in grado di sbrogliare le matasse: Gerard Deulofeu. I rossoneri soffrono e sono rintanati nella propria area ma riescono ad attuare una chiusura ermetica che non concede ossigeno e (grosse) occasioni agli emiliani. Il Bologna infatti è disperatamente in cerca di un riscatto dopo l’umiliante 1-7 subito dal Napoli di Sarri ma i diavoli, nonostante l’inferiorità numerica, sembrano aver chiuso le serrande. Più passa il tempo più gli spalti rumoreggiano. Il Milan è in nove e il gol non arriva. Come un raggio lunare che fende una notte buia e rassegnata, Deulofeu sulla fascia destra al minuto 89 spolvera via Maietta, arriva sul fondo e con un tunnel a Krafth mette sotto porta una palla comoda da spingere in rete per Pasalic che (evidentemente sazio dopo un paio di gol divorati) marca un vantaggio rossonero che ha dell’incredibile e che reggerà fino al fischio finale. Lo ammetto, dallo spicchio di curva di San Luca riservata agli ospiti la porta opposta è distinguibile quanto per Mr. Magoo lo sono i mille pericoli che corre quotidianamente e la prospettiva è talmente schiacciata da non permetter di capire se un fallo due metri fuori area sia invece all’interno dei sedici metri. Dell’azione ricordo ogni singolo movimento di Gerard  ma della rete di Pasalic ricordo appena la maglia bianca del nostro numero 80 correre incontro alla palla e un attimo dopo l’esplosione di goduria che solo una rete allo scadere può dare. Gli abbracci, i cori, i ragazzi sotto la curva. Quanto amo il Milan! Tutti a casa!

Certo a Bologna dimenticare pare sia difficile. Lo dimostrano proprio i miei amici della curva Andrea Costa che magari ignorano in quale mese, giorno o anno sia nato loro figlio ma che mai scorderanno (e l’hanno sempre in canna nelle discussioni) stagione e minuto esatto in cui il pallone svirgolato da Marronaro (e scivolato sotto la pancia di Pazzagli) varcò la linea.

Anche domenica sarò presente (come spesso accade) al Dall’Ara, stadio della fucilata di Bruno N’Gotty all’ultimo respiro, delle magie di Ibra, Robinho e Boateng, del Marco Van Basten Show e dove (non dimentichiamolo) vincemmo la Supercoppa Europea 1990 contro la Sampdoria. Ho riflettuto attentamente prima di acquistare il biglietto ma sulla delusione patita sabato sera ha prevalso l’amore per il Milan. La rubrica si chiama “amarcord” ed è composta in gran parte da ricordi e proprio per questa ragione credo sia doveroso nella sconfitta più amara non dimenticare le vette raggiunte in un passato non più recente (ma nemmeno troppo remoto) e un rigore di Cristiano Ronaldo a tempo scaduto, pochi giorni fa, ci ha dato ulteriore prova del fatto che certi traguardi non vanno dati per scontati e che no, non sono raggiungibili da tutti.

 

Precedenti recenti:

1988-89 Bologna – Milan 1-4 Mannari (M), Van Basten (M), Marronaro (B), Colombo (M), Van Basten (M) rig.

1989-90 Bologna – Milan 0-0

1990-91 Bologna – Milan 1-1 Gullit (M), Turkylmaz (B)

1996-97 Bologna – Milan 1-2 Simone (M), Kolyvanov (B) rig. , Weah (M)

1997-98 Bologna – Milan 3-0 Baggio, Fontolan, Baggio rig.

1998-99 Bologna – Milan 2-3 Signori (B), Guly (M), Signori (B), Magoni (B) aut., N’Gotty (B)

1999-00 Bologna – Milan 2-3 Gattuso (M), Shevchenko (M), Bierhoff (M), Ingesson (B), Eriberto (B)

2000-01 Bologna – Milan 2-1 Bia (B), Shevchenko (M), Piacentini (B)

2001-02 Bologna – Milan 2-0 Fresi, Cruz

2002-03 Bologna – Milan 0-2 Shevchenko, Serginho

2003-04 Bologna – Milan 0-2 Shevchenko, Tomasson

2004-05 Bologna – Milan 0-2 Shevchenko rig., Kakà

2008-09 Bologna – Milan 1-4 Di Vaio (B) rig., Seedorf (M), Kakà (M) rig., Kakà (M), Beckham (M)

2009-10 Bologna – Milan 0-0

2010-11 Bologna – Milan 0-3 Boateng, Robinho, Ibrahimovic

2011-12 Bologna – Milan 2-2 Di Vaio (B), Seedorf (M), Ibrahimovic (M) rig., Diamanti (B)

2012-13 Bologna – Milan 1-3 Pazzini (M) rig., Diamanti (B), Pazzini (M), Pazzini (M)

2013-14 Bologna – Milan 3-3 Poli (M), Laxalt (B), Laxalt (B), Cristaldo (B), Robinho (M), Abate (M)

2015-16 Bologna – Milan 0-1 Bacca rig.

2016-17 Bologna – Milan 0-1 Pasalic

 

Enrico Bonifazi

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *