Reina non è una parametro zero alla Galliani

Pepe Reina è un buon acquisto per il Milan, non è un parametro zero alla Galliani. Ad agosto avrà compiuto 36 anni, ma è fisicamente integro. E’ un uomo di grande personalità e leadership nello spogliatoio, ha una lunghissima esperienza ad alto livello, è affidabile nelle uscite (a parte qualche uscita bassa con la posizione ‘a croce’ che personalmente non mi piace molto) e abile nel giocare il pallone con i piedi (requisito fondamentale per il Milan di Gattuso).  Tra i pali è vero, alterna parate strepitose a qualche errore e a volta dà l’impressione di ‘non provarci’ su tiri comunque imparabili. Ma il suo rendimento è comunque importante. Senza contare che per caratteristiche fisiche si presta molto ai metodi di lavoro di Alfredo Magni, il nostro eccellente preparatore dei portieri.

Reina e Donnarumma Gigio, incompatibilità economica-tecnica ?

A logica, credo che a Reina sia stata prospettata la possibilità di fare da secondo a Gigio Donnarumma. A meno che la cessione di quest’ultimo sia già stata firmata, ma lo ritengo improbabile. Giustamente obietterete: due portieri per un totale di 8,5-9,5 milioni? Beh, il pacchetto attuale dei portieri del Milan costa già 8,5 milioni. E’ nell’interesse di Antonio Donnarumma ‘accontentarsi’ di un ingaggio molto più basso del milione attuale e trovarsi una squadra in cui giocare con costanza. Storari lascerà il calcio giocato e come terzo portiere basterebbe mettere uno tra Guarnone e Andrea Soncin (il cui basso ingaggio può benissimo venire compensato dalla cessione di Gustavo Gomez, attualmente quinto centrale difensivo a disposizione).

In caso di divorzio da Gigio Donnarumma, Reina è un’ottima soluzione a breve termine

Ad ogni modo il Milan si deve preparare alla solita estate di fuoco, per colpa di Raiola. Gianluigi Donnarumma, al momento, vuole rimanere in maglia rossonera. A luglio potrebbe cambiare qualcosa. Le alternative non sono tante.

Fatemi un nome di portiere appetibile dall’estero (non Trapp del Psg, che costa un sacco di ingaggio). In Italia big come Alisson e Szczęsny sono inarrivabili. Inter, Juventus e Lazio con i portieri sono a posto. La Roma difficilmente cederà Alisson. Il Napoli ha già messo le mani su Leno del Leverkusen. Perin entrerebbe nel mirino del Milan, ma il Genoa potrebbe tirare alto con il prezzo, specie sapendo che il Milan, incassato tot dalla cessione di Gigio Donnarumma, ha il portafoglio pieno. Voi quanto spendereste per Perin? Secondo me, non spendereste più di 10 milioni. Per quel prezzo, Preziosi vi fa una risata. Il Milan, con Reina in tasca, potrebbe temporeggiare e scegliere la soluzione futura con più calma.

Ci sono anche altri due portieri giovani come Cragno e Meret. Il Milan potrebbe prendere uno di questi portieri e farlo crescere alle spalle di Reina, oppure lasciarlo in prestito per un anno.

Reina in e Gigio Donnarumma out, ma poi se non arriva nessun altro portiere?

Nell’ipotesi in cui il Milan non intervenga subito, incorporando in rosa un altro portiere oltre a Reina, dovremmo comunque stare tranquilli, UN solo anno ad alti livelli Reina lo può fare. Certo un pacchetto di portieri Reina-A.Donnarumma-Storari o Reina-Storari-Plizzari non darebbe molto entusiasmo, ma ribadiamo quanto detto sopra: il Milan avrebbe il tempo di pianificare il suo futuro tra i pali.

Quello che conta, ingaggiato Reina e in caso di partenza di Gianluigi Donnarumma, è incassare tanto dalla cessione del portiere classe 1999 e acquistare bene per rinforzare centrocampo e attacco, i reparti in cui abbiamo bisogno di innesti di qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *