Milan 1974-1975: il finale di stagione condizionato dal “Caso Rivera”. Ritorno in Europa grazie al quinto posto. Coppa italia, sconfitta con la Fiorentina.

Il nuovo allenatore del Milan per la stagione 1974-1975 è Gustavo Giagnoni. il Milan è tra le società più attive sul mercato e acquista, tra gli altri il portiere Enrico Albertosi (dal Cagliari), i difensori Aldo Bet e Luciano Zecchini (rispettivamente dal Verona e dal Torino), il centrocampista Duino Gorin e l’attaccante Egidio Calloni (entrambi dal Varese), oltre all’attempato pari ruolo Gianni Bui. Karl-Heinz Schnellinger, invece, lascia la squadra dopo 9 stagioni e la rosa rossonera torna ad essere formata esclusivamente da giocatori di nazionalità italiana (condizione che non si verificava dalla stagione 1944-45 e che perdurerà fino al 1981-82).

La stagione inizia con le 4 partite del girone del primo turno di Coppa Italia, dove il Milan ottiene 2 vittorie (con Perugia e Parma) e 2 pareggi (con Brescia e Cesena chiudendo il raggruppamento al primo posto a 6 punti e qualificandosi così al secondo turno, che si disputerà al termine della stagione tra maggio e giugno.

In campionato il Milan, dopo il pareggio nella prima giornata con la Sampdoria e la sconfitta in casa della Juventus nella seconda, ottiene 9 risultati utili consecutivi (4 vittorie e 5 pareggi) che gli consentono di portarsi nelle zone alte della classifica.I rossoneri chiudono il girone d’andata con 18 punti e nel girone di ritorno mantengono lo stesso rendimento terminando così il campionato al 5º posto con 36 punti frutto di 12 vittorie, 12 pareggi e 6 sconfitte (una sola casalinga).  Il piazzamento vale la qualificazione alla Coppa UEFA 1975-1976.

Verso la fine della stagione il capitano rossonero Gianni Rivera entra in contrasto con Albino Buticchi, presidente della società, poiché quest’ultimo aveva ipotizzato in una dichiarazione uno scambio tra lo stesso Rivera e Claudio Sala. Rivera, amareggiato da tale dichiarazione, non si presenta per due giorni agli allenamenti e viene messo fuori squadra.Dopo la conferma come presidente di Buticchi da parte del consiglio di amministrazione del Milan nel maggio 1975, Rivera annuncia la decisione di lasciare il calcio: l’alessandrino ritornerà comunque a giocare la stagione seguente dopo aver acquisito da Buticchi la quota di maggioranza della società milanese facendone assumere le redini a Bruno Pardi, che a sua volta cederà la presidenza del club a Vittorio Duina, nuovo proprietario del Milan, nel maggio del 1976.

La stagione si conclude con le rimanenti partite di Coppa Italia dove capitano dei rossoneri, data l’assenza di Rivera, è Romeo Benetti. Il Milan, nel girone con Bologna, Inter e Juventus, ottiene 4 vittorie, un pareggio e una sconfitta e si qualifica per la finale del 28 giugno 1975 all’Olimpico di Roma, dove affronta la Fiorentina. In finale i rossoneri, dopo aver rimontato per due volte il vantaggio dei viola, vengono battuti per 3-2 dalla Fiorentina che così conquista la sua 4ª Coppa Italia.

riepilogo197475

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *