Schifo

Il mio titolo potrà sembrare forte e non idoneo a quanto sta facendo il Milan, ma, dopo le partite contro Sampdoria e Rijeca, non altro modo per esprimere il mio umore nel vedere la pochezza della squadra in campo.

Al di là di una sconfitta ineccepibile contro una squadra dal valore inferiore al nostro, e di una vittoria all’ultimo minuto contro una squadretta (con tutto il rispetto per i croati), quello che più mi preoccupa sono l’atteggiamento dei nostri giocatori e la loro condizione fisica.

I giocatori entrano in campo molli, senza aggressività e sono spesso soggiogati dalle altre squadre, se non per tutto il match, almeno per alcuni tratti.
La squadra di Giampaolo domenica scorsa è entrata in campo esattamente sapendo cosa fare, un buon pressing, un buon gioco, alcuni giocatori che d’un tratto son diventati fenomeni e per noi non c’è stata partita. Siamo stati solo in grado di fare dello sterile, inutile e noioso possesso palla; contro lo Rijeca, dopo aver portato a casa un doppio vantaggio, abbiamo spento il cervello.. Dobbiamo ringraziare Borini e Cutrone se non abbiamo portato a casa solo un pareggio.

Al momento che ha pagato è stato solo il preparatore atletico… Essere a Settembre ed avere i giocatori che già non corrono più e sono fermi è davvero molto, molto, molto preoccupante.
La squadra c’è: io credo che i giocatori buoni quest’anno li abbiamo.
La dirigenza c’è: Fassone e Mirabelli mi sembrano professionisti seri e ben adatti a guidare un top team, quale dovrebbe essere il Milan.
Quindi dove sta il busillis? La risposta ovvia è l’allenatore. Lasciamo stare tecnicismi su schemi, tattiche, impostazione ecc…

Questo uno stralcio della sua conferenza post match di ieri sera:

“C’è un lavoro da fare. Oggi ci portiamo a casa, oltre al risultato, un’esperienza importante per i nostri giocatori. Avevamo una partita in gestione, nonostante una partita in termini tecnici non grandiosa. Abbiamo dei momenti di blackout. Ognuno ha la propria spiegazione. Penso che questa vittoria sia molto più importante rispetto al 2-0, per come è arrivata. Vedo delle cose positive e su cui lavorare. In 12 partite abbiamo fatto 10 vittorie con una squadra nuova”.

1) Siamo sicuri che vincere all’ultimo minuto contro una squadra croata dopo esser stati sopra due zero sia meglio che vincere appunto 2-0?
2) In queste 12 partite abbiamo incontrato avversari “forti” solo due volte: 4-1 contro la Lazio, 2-0 contro la Sampdoria senza mai entrare in gara.
Caro Montella, spero veramente di fare pubblica ammenda dopo le partite contro Roma ed Inter, ma se queste sono le premesse…
Ultimi commenti per i nostri top players:
– Donnarumma è sicuramente incolpevole sui gol, però, con quel contratto, non ci dovrebbe essere un valore aggiunto?
– Bonucci: io al suo arrivo mi sono esaltato come pochi, ma ora è meglio che dia una svegliata: umiltà, meno social network e più fatti in campo. Il modo in cui è stato saltato ieri in occasione del primo gol fa rabbrividire.
– Romagnoli? NO COMMENT

Se queste sono le premesse…

foto: ACMilan.com
Damiano Caprioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *