Bayern Monaco-Milan 2-1: il pallonetto di Borgonovo regala la seconda finale consecutiva

Bayern Monaco-Milan 2-1 dts (1-0): Il Milan resiste agli attacchi del Bayern, Stefano Borgonovo eroe di serata.

Mercoledì 18 aprile 1990
Coppa dei Campioni
Semifinale – ritorno
Monaco di Baviera, Olympiastadion
Bayern Monaco – Milan

Bayern Monaco-Milan 2-1 prologo

Il Milan si gioca la qualificazione alla finale di Coppa Campioni in casa del Bayern Monaco, uno a zero per i rossoneri la gara di andata, rete di Marco Van Basten su calcio di rigore; Arrigo Sacchi schiera Giovanni Galli in porta, Tassotti e Maldini terzini, Costacurta e Baresi coppia centrale, Colombo, Stroppa, Rijkaard, Evani a centrocampo, Van Basten e Massaro in avanti. Si gioca in una serata fredda e piovosa, oltre sessantamila spettatori e imponente rappresentanza di tifosi rossoneri, arbitra lo spagnolo Soriano Aladren.

Bayern Monaco-Milan 2-1 il primo tempo  
Il primo tiro in porta è del Bayern Monaco con Strunz che liberatosi di Baresi sulla destra lascia partire un sinistro che Giovanni Galli devia in calcio d’angolo; il Milan risponde con un calcio di punizione da fuori area, Chicco Evani lascia partire il suo sinistro ma Aumann respinge la conclusione. Il Milan continua ad attaccare e sfiora il vantaggio con Massaro che ottimamente servito da Tassotti di sinistro manda alto all’altezza dell’area piccola; è sempre Milan, questa volta tocca a Van Basten che con un morbido cross di sinistro costringe Aumann all’uscita per allontanare il pallone dalla testa di Massaro. Il Bayern si riaffaccia dalle parti di Giovanni Galli che devia la conclusione di Thon dopo uno scambio con Reuter, è l’ultima azione del primo tempo che termina così zero a zero dopo un minuto di recupero e Milan che difende l’uno a zero della gara di andata.

Bayern Monaco-Milan 2-1 il secondo tempo
 Nella ripresa il Milan parte subito all’attacco, bella azione Rijkaard – Van Basten, perfetto cross del Cigno di Utrecht ma Rijkaard colpisce male di testa e pallone che esce abbondantemente alla destra di Aumann; ancora Van Basten protagonista, splendido pallonetto appena dentro l’area ma Aumann riesce ad indietreggiare ed a deviare il pallone in calcio d’angolo. Sugli sviluppi del calcio d’angolo perfetto assist di Rijkaard per Massaro che impegna severamente Aumann, il destro di Massaro è parato dall’estremo difensore tedesco. I primi dieci minuti di gioco sono tutti di marca rossonera ma il risultato no si sblocca; al minuto cinquantotto però è il Bayern Monaco a passare in vantaggio grazie all’inserimento di Strun che resiste al contrasto disperato di Maldini, scarta Giovanni Galli e di destro deposita il pallone in porta per l’uno a zero bavarese che pareggia così i conti con la gara di andata. 
La prima sostituzione in casa rossonera è Borgonovo che prende il posto di Stroppa, Milan quindi che gioca con tre attaccanti; ancora Bayern in avanti con la combinazione tra Thon e Strunz ma il destro del giocatore tedesco finisce alto. Calcio d’angolo per il Milan, imperioso stacco di testa di Maldini ma Aumann si distende alla sua sinistra e devia il pallone. Terminano così i novanta minuti di gioco, si va ai tempi supplementari per decidere la finalista di Coppa dei Campioni. 

Bayern Monaco-Milan 2-1 i supplementari
Dopo dieci minuti del primo tempo supplementare il Milan trova il goal del pareggio dopo un’azione iniziata da Rijkaard per Massaro, poi Evani, ancora Massaro, pallone ribattuto dalla difesa bavarese ma Maldini in anticipo lancia per Borgonovo che appostato al limite dell’area di rigore lascia partire un perfetto pallonetto che supera Aumann, è la rete che avvicina i rossoneri alla finale di Vienna. Altro cambio per il Milan, entra Filippo Galli per Baresi.
Il Bayern riprende ad attaccare e sfiora la rete del vantaggio con McInally che crossa per Bender ma da due passi si fa respingere il pallone da un prontissimo Giovanni Galli. Uno a uno il primo tempo supplementare, si va ai secondi e decisivi quindici minuti; appena un minuto di gioco e Bayern che si riporta in vantaggio ancora grazie al duo Bender – McInally, questa volta dall’area piccola l’attaccante tedesco riesce ad insaccare con un tiro che di contro balzo sbatte sulla traversa e poi finisce in rete. Due a uno e qualificazione ancora in bilico; il Bayern attacca, la difesa rossonera resiste e l’occasione più nitida capita sui piedi di Borgonovo che approfitta di un retropassaggio di Augenthaler ma questa volta dopo aver scartato il portiere Aumann il pallonetto dell’attaccante rossonero finisce di poco sopra la traversa. L’ultima azione è del Milan ma Evani dopo aver scartato un paio di avversari si fa ribattere la conclusione dalla difesa bavarese. Termina finalmente l’incontro, il Milan perde due a uno ma è in finale di Coppa dei Campioni, la seconda consecutiva, l’avversario sarà il Benfica e la finale si giocherà al Prater di Vienna.

Bayern Monaco-Milan 2-1 epilogo   
Al termine della partita soddisfazione per Borgonovo che pure avendo giocato poco ha segnato la seconda rete in tre partite di Coppa dei Campioni e senza dubbio la più importante; capitan Baresi ammette che alla fine il Milan ha meritato il passaggio del turno.  Marco Van Basten confessa di aver tenuto duro nonostante i crampi e ammette la soddisfazione che nessun rossonero è stato ammonito in vista della finale di Vienna; infine Arrigo Sacchi si dimostra entusiasta del primo tempo giocato ad altissimo livello con almeno quattro-cinque palle goal e solo una distrazione ha permesso al Bayern di andare in vantaggio. Prossimo appuntamento il 23 maggio al Prater di Vienna.   

 

Ecco il tabellino completo:
BAYERN MONACO – MILAN 2 – 1 d.t.s. 
Reti: 58′ Strunz, 101′ Borgonovo, 106′ McInally
BAYERN MONACO: Aumann, Grahammer, Pflugler, Dorfner, Kohler, Augenthaler, Kogl (97′ Bender), Reuter, Wohlfarth, Thon (82′ McInally), Strunz. All. Heynckes. 
MILAN: G.Galli, Tassotti, Maldini, Colombo, Costacurta, Baresi (104′ F.Galli), Stroppa (68′ Borgonovo), Rijkaard, Van Basten, Evani, Massaro. All. Arrigo Sacchi.

 

Arbitro: Soriano Aladren (Spagna).

Spettatori: 63.000 circa.

 

Piergiorgio Danuol

dnamilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *